CAD DENTALE

MA SONO COSÌ IMPORTANTI
LE NUOVE TECNOLOGIE?

LA PREVISUALIZZAZIONE

ABBIAMO GLI STRUMENTI

Per il paziente che vedrà il risultato finale prima di cominciare il trattamento

LA TECNOLOGIA

Sono gli operatori a definire il (in)successo

La tecnologia più avanzata non fornira maggiore competenza al tecnico

 

CORRELAZIONI BIOMECCANICO-RADIOLOGICHE NEL RIASSORBIMENTO OSSEO PERIMPLANTARE

 

Paolo Diotallevi, Enrico Moglioni, Eugenio Pezzuti, Antonio Pierazzini, Marco E. Pasqualini, Pierluigi Floris

Lo studio si propone di effettuare unconfronto radiologico alla media distanza di tempo tra i risultati dellatecnica di riabilitazione implantologica orale bifasica e quelli della tecnicaa carico immediato con impianti monostrutturali emergenti, con particolareriferimento al fenomeno del riassorbimento conoide dell’osso alveolarepericervicale.

Materiali e metodi : Sono stati reclutati 47 pazienti in classeossea D2-D3: un gruppo di 21 soggetti, portatori complessivamente di 61impianti bifasici, riabilitati con tecnica chirurgica a carico differito, unsecondo gruppo di 26 pazienti, riabilitati a carico immediato, nei quali sonostati inseriti 218 impianti monostrutturali emergenti.

Risultati: A distanza di18-24 mesi il cono di riassorbimento osseo è comparso in 16 casi del primogruppo (76 per cento) e in 6 casi (23 per cento) nel secondo gruppo.

Conclusioni: La notevole differenza dei risultati tra i due gruppi trovaspiegazione nella diversa distribuzione delle sollecitazioni, nella immediatafunzionalizzazione e nella migliore stabilità primaria, tipiche del caricoimmediato con viti autofilettanti, aghi e barra elettrosaldata. Nei controllieseguiti a media distanza di tempo si è pertanto evidenziata tra le duetecniche una differente risposta del substrato osseo periimplantare, migliorenel carico immediato, correlabile ai diversi presupposti biomeccanici.



Data pubblicazione: 27/12/2012 00:00:00

Fonte: DoctorOS 2007 Febbraio; XVIII (2): 117-123